Un paio di settimane fa l’acquaponica e, più in generale, la parte di orto che ho in coltura protetta, hanno salvato il mio consumo estivo di verdure autoprodotte. Una grandinata eccezionale, con pezzi di ghiaccio grandi come uova, ha infatti spazzato via il mio orto e danneggiato perfino gli alberi da frutta!

Con le colture in acquaponica credevo di essermela cavata, almeno per la parte di grow bed protetti dalla serra, invece anche lì ho rischiato il “patatrac” perchè la furia degli elementi ha letteralmente “triturato” le foglie di un alloro che sta a monte del laghetto e, come fosse un un biotrituratore, le ha “compostate” nel laghetto in cui tengo i pesci.

ingresso dell’acqua nel filtro

Al mattino sono subito intervenuto ripescando il materiale più evidente, ma ormai il danno era fatto, chili e chili di foglie e materiale organico vario, fregandosene bellamente del prefiltro, hanno invaso il filtro a perline, intasandolo completamente e impedendo il fluire dell’acqua.

Il primo intervento in emergenza assoluta è stato quello di creare un bypass che potesse consentire all’acqua di circolare. Lo ha fatto così com’era, con il suo carico di “verdura tritata”, che raccoglievo su alcune spugne che avevo posizionato prima delle vasche di coltivazione, un po come il cucchiaio fa con il minestrone.

Il secondo intervento mi ha permesso di reinserire nell’impianto almeno il prefiltro e la lampada UV (quest’ultima non è necessaria in acquaponica ma indispensabile per mantenere limpida l’acqua nel laghetto ornamentale)

Filtro meccanico provvisorio

Il terzo intervento è stato quello di mettere dei filtri meccanici, sostanzialmente delle grosse spugne, all’interno della circolazione dell’acqua per togliere il grosso dei residui vegetali che ancora circolano e quelli solidi più minuti prima che vengano ulteriormente filtrati dall’argilla espansa.

Il risultato ad un paio di settimane dalla grandinata è apprezzabile. Ora non mi rimane che finire di pulire le perline per rimetterle all’interno del filtro e rimontare il tutto.

Segue documentazione fotografica.

Mario Brignone Presidente di “Akuadulza”

perline sporche

 

perline lavate

 

risciacquo perline

 

L’ultima foto vi mostra l’ingresso (girato verso l’alto per esigenze fotografiche) e l’uscita dell’acqua dal filtro a perline dopo l’intervento di pulizia!